DA VEDERE & DA EVITARE

I vostri consigli 2SPAZIO E VOCE AI VOSTRI CONSIGLI !!!

Questa pagina è dedicata a tutti voi, lettori del blog ed appassionati di cinema.

Ovviamente non riesco a vedere tutti i film che settimanalmente escono nelle sale cinematografiche, scrivete i vostri consigli su QUALE FILM ANDARE A VEDERE e QUALE secondo voi è da LASCIAR PERDERE (magari per recuperarlo con calma in DVD), farete felice me e gli altri utenti indirizzandoci sui film più belli ed evitandoci qualche pacco micidiale! 😉

Grazie da parte mia e di tutti coloro che beneficeranno dei vostri preziosi suggerimenti!!! 🙂

32 pensieri su “DA VEDERE & DA EVITARE

  1. Daniela

    Ciao a tutti! Due parole su Words and Pictures che trovate in sala in questi giorni. E’ una commedia che fa trascorrere piacevolmente due ore riuscendo a rendere lo spettatore partecipe, insieme ai protagonisti del film, gli studenti di un liceo e i loro insegnati di letteratura e di belle arti, di un avvincente quesito : esiste una superiorità di comunicazione della parola rispetto alle immagini o viceversa? Dina afferma :<> innescando una sfida a colpi di poesia e immagini.
    Jack e Dina si scontrano e si incontrano attraverso la forte passione che ognuno di loro prova per il proprio lavoro (“Forse il nostro lavoro è il meglio di noi” afferma Dina) e attraverso le parole lui e i propri dipinti lei, riusciranno a superare quello che è il vero conflitto che li affligge, il dolore psichico (Jack-Clive Owen) e il dolore fisico (Dina – Juliette Binoche).
    Consigliato.

    Rispondi
  2. Ivan

    Da vedere: “Looper” di Rian Johnson, “Prisoners” di Villeneuve e “Moneyball” di Bennett Miller…
    Da evitare: “Il Cacciatore di Giganti” di Bryan Singer e “The Lost Dinosaurs“…

    Rispondi
  3. Angela

    Ciao a tutti.
    Consiglio vivamente la commedia SONG’E NAPULE.
    Segnalo come carino LA SEDIA DELLA FELICITA’, remake di un vecchio film di Mel Brooks
    E come appassionata di film di fantascenza non mi sono fatta mancare TRASCENDENCE. In atmosfere da ‘i confini della realtà’, la versione ‘cattiva’ di Her, la coscienza in rete.

    Rispondi
  4. Sabrina

    Buongiorno a tutti!! Ho visto ‘STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI‘.Storia di una ladra di libri è diretto da Brian Percival, con protagonisti Sophie Nélisse, Geoffrey Rush ed Emily Watson.
    Da vedere !! Profondo nei dialoghi, eccellente l’interpretazione dei protagonisti. Emozionante e delicato. Assolutamente da vedere!!!

    Rispondi
  5. Angela Autore articolo

    ANGELA ci scrive: Salve. Ultimo film visto: YSL, per gentile omaggio di Mymovieslive che ha regalato ai suoi utenti due biglietti per l’anteprima di questo film.
    Si tratta della biografia del celebre creatore di moda Yves Saint Laurent. Film riuscito soprattutto per la bravura dei due attori che interpretano YSL ed il suo amico-manager, (lo stesso di “tutto sua madre”). Un po’ troppo poco definiti invece i personaggi di contorno… ma in due ore non si puo’ far tutto… e un po’ eccessivo l’indugio sugli eccessi dell’artista.
    Vivamente sconsigliato a chi sente la necessità di dire ‘che schifo’ a voce alta ad ogni bacio gay (come hanno fatto le due signore sedute dietro di noi): disturbereste i vicini!

    Rispondi
  6. Donatella

    ho visto il film ALLACCIATE LE CINTURE.
    Mi è piaciuta l’interpretazione di Kasia Smutniak che ho trovato bravissima, oltre che bella.
    Ho trovato invece esagerate le scene di nudo maschile del protagonista Francesco Arca, qualcuna ce la potevano risparmiare.
    Positivo il messaggio finale. Qualche riflessione nasce spontanea…
    Si può vedere ma personalmente non è uno di quei film che mi lasceranno il segno.

    Rispondi
  7. Angela

    L’ultimo film di Kim ki duk, Moebius, è volutamente disturbante e sgradevole.
    L’uomo comune direbbe di questo film quello che disse Fantozzi della corazzata Potemkin; mi sento tantissimo donna comune!!
    Il tema di unione di dolore e piacere, molto caro agli orientali, è trattato in chiave grottesca.
    io direi…. da evitare!

    Rispondi
  8. Angela

    Anch’io questo fine settimana ho visto IDA, il film polacco in bianco e nero che per una parte mi ha fatto pensare ad un altro film recente in bianco e nero:
    Nebraska, dove due due uomini seguono l’idea di un sogno (sono in america, giustappunto!)
    In Ida due donne cercano tracce della loro storia.. non sogni ma ossa.
    Tutti e quattro vanno in giro in macchina (ma non tutti e quattro assieme!), si ubriacano, soprattutto gli elementi anziani delle coppie, e ritornano nei luoghi della loro origine.
    Il monocolore accenta la bella fotografia dei due film e accompagna i protagonisti nella conoscenza reciproca e di sè stessi.
    La storia polacca è più drammatica ma accettazione e distacco nelle scelte delle due donne non ne fanno un film “piagnucoloso”.
    Bello.
    Ma non è finita qui:
    Vogliamo parlare dell’ultimo film di Kim-ki-duk che ho visto ieri su Mymovies?

    Rispondi
  9. sabrina

    Ciao a tutti !!!! La scorsa settimana ho visto l’ultimo film di Ferzan Ozpetek dal titolo “ALLACCIATE LE CINTURE“. Devo dire che il film può essere analizzato sotto differenti prospettive. Possiamo vederlo, nel suo complesso, come una semplice storia d’amore tra Antonio (Francesco Arca), meccanico fortemente palestrato, omofobo, burino e oserei direi quasi muto nei dialoghi e la bella Elena ( Kasia Smutniak) borghese, colta con sicuramente una marcia in più, consapevole di amare un uomo che non stima ma con il quale decide di condividere la sua vita. All’improvviso ci si ritrova proiettati nel futuro di 13 anni con i figli, i problemi di tutti i giorni, un rapporto forse stanco, i tradimenti Antonio, il lavoro di Elena, la madre di Elena con la sua eccentrica compagna… e sin qui potrebbe sembrare quasi una storia banale…ma forse andando oltre si può vedere anche qualcosa di più profondo e utilizzare un’altra prospettiva….
    una malattia inaspettata..forse da qui il titolo “allacciate le cinture” porta i personaggi ad andare oltre, a fermarsi, a vedere la realtà della vita e della morte… Il titolo credo sia riferito proprio a questo: allacciate le cinture, una metafora nel senso che nella vita tutto può accadere e le perturbazioni possono arrivare quando meno te lo aspetti!!!!
    Io consiglio di vederlo..anche se con delle riserve
    P.S. la colonna sonora merita…un brano di Cocciante cantato da Rino Gaetano
    ascoltate…..

    Sabrina

    Rispondi
  10. Valentina Sulis

    Ieri ho visto un piccolo gioiello: IDA. Con un materiale potenzialmente incandescente – lo sterminio degli ebrei, l’avvento del regime comunista in Polonia, le purghe – che Hollywood avrebbe trasformato in un rosario indigesto di scene madri e commuoventi,Pavel Pawlikowski (si scriverà così?mah) realizza un film pulito, essenziale, apparentemente asettico, che preferisce far intuire/suggerire piuttosto che mostrare (ad esempio … è curioso che in un film in bianco e nero un tema ricorrente siano i capelli rossi di Ida, che noi ovviamente possiamo solo immaginare). Meravigliose le attrici protagoniste, sui cui volti pare veder scorrere i pensieri…. Vivamente sconsigliato a chi non ama i sottintesi e non gradisce i ritmi lenti.

    Rispondi
  11. Angela

    Ho appena visto ‘12 anni schiavo‘.
    Pesante e angosciante, ha vinto tanti oscar a causa degli enooormi sensi di colpa degli USA per l’abominio della schiavitu’. Classico, ben fatto ma.. secondo me da evitare
    (a meno che non si sia uno schiavista da sensibilizzare)

    Rispondi
    1. Valentina Sulis

      Io invece vorrei spezzare una lancia a favore del film 12 ANNI SCHIAVO. Capisco le accuse che sono state mosse – pornografia, sadismo, giocare con il senso di colpa degli States e con i buoni sentimenti dello spettatore, ecc ecc. Però devo dire che la mia esperienza di spettatore è stata diversa … Nel senso che io mi sono talmente immedesimata che tutta l’angoscia, il buio, la disperazione del protagonista io li ho vissuti in pieno. E una volta che mi sono immedesimata, anche le scene di violenza hanno perso la loro gratuità … usando un termine un po’ “cristiano” che francamente non mi appartiene, ma trovo efficace per me le scene di violenza non erano sadiche, erano “testimonianza” …

      Rispondi
  12. Angela

    Da vedere:
    Tra gli ultimi che ho visto sicuramente è da vedere Dallas Buyers Club, argomento serio con svolgimento snello e leggero. Ispirato ad una storia vera, racconta di un uomo che non si arrende. Lo danno ancora all’Alkestis.
    Snowpiercer, la megaproduzione coreana, è proprio un film coreano… violentuccio. Viene da un fumetto e del fumetto ha molte incongruenze. Però è un film originale, con un bel ritmo serrato

    Rispondi
  13. Angela

    OK, allora insisto..
    Lei (Her) di Spike Jonze, il film romantico di fantascienza che ha ha vinto l’oscar per la migliore sceneggiatura originale (no fumetto, no libro, no remake) è da vedere!.
    La sua scarsa presenza nelle sale di Cagliari fa pensare che non lo lasceranno in programmazione a lungo

    Rispondi
  14. valentina

    La settimana scorsa ho visto “A proposito di Davis” … Consigliato a chi ama lo sguardo sghembo e ironico dei fratelli Coen sul non sogno americano, a chi pensa che il protagonista di un film non debba per forza essere un personaggio positivo; a chi come me, quando sente che uno su mille ce la fa, si chiede … e gli altri 999?!?!; a chi ama i cammei; a chi pensa che in fonda la vita – e quindi le storie – non debbano per forza avere un senso, ma possano semplicemente avvitarsi su stesse …

    Rispondi
  15. Viviana

    Ciao a tutti!
    Questo fine settimana sono a andata a vedere LONE SURVIVOR..
    Un aggettivo ed un sostantivo per definirlo: “molto crudo”; la visione risulta ancora più impressionante se si considera che la storia è vera!!
    A mio avviso il film, salvo gli immancabili eroismi e patriottismi americani (sempre presenti ed immancabili), è di buona fattura, sicuramente avvincente. Lascia col fiato sospeso, nonostante già il titolo racconti l’epilogo della storia.
    Ad ogni modo DA EVITARE per i sensibili e gli impressionabili; da VEDERE per gli amanti del genere nudo e crudo.
    Ciao, a presto 😉

    Rispondi
  16. Marco Piras

    Io consiglio un film passato su Rai4 qualche tempo fa: Submarine. Non credo sia mai arrivato al cinema, ed è un vero peccato perché è un film che tratta il tema dell’adolescenza con uno stile molto originale!

    Rispondi
  17. sabato83

    Beh, recentemente al cinema ho visto the-monuments-men. Carino, con una storia interessante, visto che è tratta da una storia reale, ma…beh, se lo vedete a casa fa lo stesso.

    Rispondi
  18. lapinsu

    Sono lieto di “sverginare” i commenti di questa pagina con un consiglio fresco fresco:
    andate a vedere The Wolf Of Wall Street!!!!
    Filmone vero, con un Di Caprio in formissima e uno Scorsese tornato a livelli altissimi dopo alcuni film onestamente deludenti!
    L’unico neo della pellicola è la durata (3h): il film no rimane pesante e scorre via facile, tuttavia qualche sforbiciatina qua e là io l’avrei data (soprattutto del finale)
    Less is more, dicono oltreoceano…

    Rispondi

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...