SE DIO VUOLE

TITOLO: SE DIO VUOLE

GENERE: COMMEDIA

RATING:  * * *

TRAMA:

Tommaso è un bravo cardiochirurgo, fa bene il suo lavoro e vive immerso nella sua razionalità e certezze assolute. E’ sposato con Carla, una donna che ormai vive all’ombra del marito, dalla quale ha avuto due figli, Bianca, una donna poco brillante e senza particolari doti, e Andrea il più piccolo, sul quale Tommaso punta tutte le sue aspettative. Andrea infatti studia medicina ed è avviato a seguire la brillante carriera del padre.

Ma l’idillio improvvisamente cambia. Andrea infatti è sempre più introverso, passa intere serate chiuso in camera sua e sempre più spesso esce con un ragazzo. Tommaso prepara la famiglia: Andrea probabilmente è omosessuale, ma loro sono delle persone aperte e sapranno comunque stargli vicino. Arrivato il fatidico giorno dell’outing la sorpresa è servita; Andrea non è omosessuale ma ha semplicemente deciso di andare in seminario e fare il sacerdote!

Tommaso, ateo convinto, accusa il colpo ma non si arrende, così decide di scoprire chi ha messo in testa a suo figlio queste scemenze, troppo giovane per non essere stato influenzato da qualcuno.

Sarà l’inizio di una battaglia senza esclusione di colpi tra Tommaso e Don Pietro, il sacerdote che ha ispirato il giovane Andrea, un prete che sta tra la gente ed incanta con le sue prediche fuori dagli schemi.

(Regia: Edoardo Falcone – anno 2016)

COMMENTO:

Avete presente quelle gite sotto forma di trekking che dopo un quantitativo di km che vanno oltre la vostra portata si trasformano in una traversata del deserto? Non ne potete più, siete stanchi, i piedi vi fanno male, vi state chiedendo perché cavolo siete li e la sete vi tormenta. Poi, finalmente, una fontanella d’acqua fresca, un’oasi, un momento di ristoro durante la traversata di quella landa desolata. Così nel deserto delle recenti commedie italiane (per lo più sciapide o inguardabili), dopo l’inaspettata oasi del film Smetto quando voglio di Sydeny Sibilia ecco che spunta un’altra oasi, il film di Edoardo Falcone Se dio vuole. Una pellicola che ironizza su un argomento non impegnato come quello di Smetto quando voglio, ma gradevole e divertente, capace di far sorridere e addirittura ridere spensieratamente, come l’esilarante scena del “fratello scemo” proposta da Gianni, il cognato del protagonista, magistralmente interpretato da Edoardo Pesce.

Sarà che preferisco la lucidità alla stupidità, ma mi sono trovato ad empatizzare tantissimo con Tommaso, il cardiochirurgo, malgrado il suo cinismo, interpretato da uno straordinario Marco Giallini, finalmente affrancato dal solito stereotipo dell’italico burino che spesso gli viene affibbiato. All’altezza anche tutto il resto del cast.

Non inganni la leggerezza e la semplicità dei dialoghi, il pretesto comico infatti propone diverse riflessioni sul senso della vita, sul bisogno di colmare un vuoto del quale spesso neanche ci si accorge, persi come siamo nella routine quotidiana del lavoro e dei ruoli. Un vuoto che richiama bisogni più alti dell’uomo, come quello di chiedersi se nelle cose e nella vita vi sia un mistero più profondo della semplice casualità.

Il finale viene lasciato intelligentemente aperto alla libera interpretazione dello spettatore, ma di sicuro a vincere sarà l’umanità e l’umiltà.

Se volete sorridere in maniera fresca, divertente, rinfrancante e non stupida, una sera con questo dvd non deluderà le aspettative (sempre nel rispetto dell’assioma “De gustibus non disputandum … ecc.”).

Annunci

2 pensieri su “SE DIO VUOLE

  1. Cristina

    Ciao Ale 🙂

    Ho trovato il film molto carino e originale, tratta con leggerezza, realismo e poesia, temi profondi come la fede, l’altruismo, la bontà d’animo, la solidarietà, l’amore…
    A mio avviso sono due i momenti significativi:
    Il primo, simbolico ed educativo, è quello in cui Don Pietro chiede l’aiuto fondamentale di Tommaso per sollevare la pesantissima croce della chiesetta che sta ristrutturando (TUTTI abbiamo bisogno di TUTTI) e il secondo, quando il cinico dottore si sorprende a SENTIRE e CONTEMPLARE l’amore e la tenerezza di DIO.
    Forse e’ questo ciò che DIO vuole….

    Baci.
    Cri

    Rispondi
    1. admin1962 Autore articolo

      Bello, hai sottolineato proprio le due scene emblematiche che hanno dato l’identità al film, facendone un qualcosa che non fosse soltanto comicità!
      Brava 🙂

      Rispondi

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...