BATMAN V SUPERMAN: DOWN OF JUSTICE

TITOLO: BATMAN V SUPERMAN: DOWN OF JUSTICE

GENERE: SUPEREROI

RATING:  * *

TRAMA:

Se pensate che la vita dei supereroi sia facile vi sbagliate, la loro è una vita tormentata come quella di tutti gli uomini, perché come disse lo zio di Peter Parker (alias Uomo ragno): “da grandi poteri discendono grandi responsabilità”. Superman vive il dramma della schizofrenia degli esseri umani che se da una parte lo venerano come un Dio, dall’altra lo temono e lo vorrebbero vedere morto. Batman è tormentato da continui incubi notturni per aver assistito da bambino alla morte dei suoi genitori ad opera di un rapinatore; la sua ossessione di voler liberare Gotham dalla criminalità è continuamente frustrata da una certezza: i criminali sono come le erbacce, estirpata una ne spunta fuori subito un’altra! Due eroi, due personalità, e, come spesso accade, anche le migliori intenzioni possono essere fraintese …

(Regia: Zack Snyder – anno 2016)

COMMENTO:

Il primo tempo è caratterizzato da un’insieme di scene d’azione, apparentemente slegate tra loro, che preparano il comporsi della trama. Gli episodi si alternano ai drammi ed alle angosce personali dei nostri eroi nel tentativo di regalare allo spettatore un loro profilo psicologico. Ma il mosaico della storia stenta non poco a comporsi e decollare. Il risultato è un pasticcio allungato che sconfina diverse volte nella noia.

I luoghi comuni fondanti la cultura americana ci sono tutti: la famiglia capitalistica dei Wayne e quella contadina dai solidi principi morali di Superman, la solidità e l’onesta delle istituzioni (sino al sacrificio personale delle loro senatrici in nome della democrazia), la speranza della società americana sempre pronta a risorgere e ricostruire, ma, al di sopra di tutti, inaspettatamente troneggia un valore che ci saremmo aspettati appartenere più alla cultura latina che a quella anglosassone: la “mamma”!

Le mamme non si toccano, le mamme, così come le fidanzate, sono sacre. Noi questo lo sappiamo bene, ma il cattivo di Batman v Superman questo lo ignora e commette tutta una serie di errori che gli costeranno cari. E qui inizia la trasformazione, o forse è meglio dire la degenerazione, da film di supereroi-fantascienza in film (ahimè) comico.

Luther, il motore del complotto, dovrebbe essere un vero e proprio genio del male capace di architettare un piano talmente acuto da riuscire a plagiare e mettere uno contro l’altro i due supereroi buoni. Invece il suo profilo psicologico è affidato a dialoghi talmente poveri ed insulsi da caratterizzarlo più come uno psicopatico ignorante che ha comprato il diploma alla CEPU che una mente eccelsa. Il risultato è un personaggio credibile come il suicidio del colonnello della Guardia di Finanza un giorno prima che potesse deporre al processo contro l’ex ministro Scajola.

Ben Affleck, nei panni di Bruce Wayne, ha più varietà di muscoli che mimica facciale, tuttavia l’unica espressione disponibile ben si sposa con il personaggio crepuscolare di Batman.

La domanda di fondo che ha solleticato la mia curiosità portandomi al cinema era: come è possibile che i due eroi buoni si mettano a litigare sino allo scontro frontale? Nella mia ingenuità pensavo: “E’ impossibile, entrambi per definizione condividono lo stesso ideale di fondo: fare del bene all’umanità! Sarebbe come inventare degli espedienti capaci di mettere Don Matteo contro Don Camillo, Ghandi contro Martin Luther King! … Quale raffinato stratagemma avranno allora usato gli sceneggiatori?”. Ed ecco la risposta, il primo degli innumerevoli elementi (involontariamente) comici del film, l’uovo di Colombo: basta che i due eroi siano degli emeriti babbei, tanto da farsi plagiare da un fessacchiotto psicotico con la cultura di una lumaca di mare, pergiunta troppo giovane per essere credibile.

Superman è un bacchettone con la stessa apertura mentale di un mormone; mente Batman ha la stessa intelligenza di un rinoceronte etiope (forse anche a causa di un uso smodato di anabolizzanti) e farnetica che se il generale Zod (protagonista dell’invasione aliena di due anni prima) voleva friggere il pianeta terra, la colpa era di Superman (sigh!). Ma probabilmente, tra le sue “brillanti” motivazioni, gioca un suo ruolo anche la gelosia perché mentre lui deve farsi un mazzo tanto in palestra, Superman è già super dalla nascita!

Man mano che il film  inizia finalmente ad acquistare velocità aumenta anche il ritmo degli elementi comici e delle frasi che fanno sganasciare dalle risate. [INIZIO SPOILER] Al culmine di una delle tantissime (troppe) scene drammatiche che costellano il film, i due scoprono che le mamme hanno lo stesso nome (scherzi del destino). Così, dopo essersi gonfiati di botte come zampogne, al sentire quel nome magico (non vi dico quale per non togliere suspense al film) i nostri eroi diventano istantaneamente amici fraterni e possono unire i loro sforzi contro il cattivo che intanto continua a tramare: potere delle mamme!

I buoni da che mondo e mondo lottano contro i cattivi. Adesso che l’ordine naturale delle cose è stato ristabilito tutto dovrebbe filare liscio, direte voi, ed invece gli sceneggiatori si scatenano ancora una volta regalando delle frasi esilaranti ed indimenticabili come quelle pronunciate da Batman che con voce elettronicamente distorta da eroe tosto e cattivo si rivolge alla mamma di Superman dicendole: “Non si preoccupi signora, sono un amico di suo figlio”! Una vera e propria perla che ci si aspetta pronunciata più dal al fornaio sotto casa, mentre tenta di farsi aprire il portone da una anziana signora per consegnarle il pane, che in bocca a Batman! [FINE SPOILER]

Che l’obiettivo di far scontrare due eroi buoni fosse comunque difficile da realizzare lo testimoniano la fragilità delle motivazioni e le forzature dei ragionamenti, poco chiari e disseminati in inutili ore di pellicola (2 h e 33 min), più adatti forse ad un pubblico adolescenziale che predilige la quantità adrenalinico-muscolare alla qualità.

Interessanti alcune citazioni filosofico-religiose di tipo messianico affidate  alla figura di Superman (evidente per es. il tentativo di evocare con la fotografia, famose opere sulla deposizione dalla croce nella drammatica scena dopo lo scontro finale), ma addentrarsi in simili discussioni è fuori luogo considerata l’ilarità che mediamente suscita il film.

Superflua e buffa la presenza di Wonder Woman il cui abbigliamento ricorda più la mise di Miss Italia che quella di un supereroe.

Insomma il film, che dal punto di vista visivo è ottimo, non è un gran che a causa di una sceneggiatura dai contenuti ridicoli, ma se ci vai con la giusta compagnia si fanno delle grasse risate. E’ da tanto che non vedevo un film comico così divertente! Come dite? Non è un film comico?! Aaah …  allora mi sa che le cose sono due: o sono diventato troppo vecchio per questo genere di film tutto tecnologia digitale e niente trama, o Batman v Superman è proprio brutto! A voi la sentenza 😉

Annunci

4 pensieri su “BATMAN V SUPERMAN: DOWN OF JUSTICE

  1. lapinsu

    Ciao Ale,
    come ben sai il mio parere è molto distante dal tuo, ma va bene così!!!
    Mi fa comunque sempre un enorme piacere leggerti e, soprattutto, vedere che hai trovato il tempo per regalrarci un’altra delle tue recensioni

    PS: tra l’altro ho notato ora che la tua ultima rece era per Ritorno alla vita. L’ho recensito anche io poche settimane fa e, manco a dirlo, l’ho trovato totalmente diverso da te 😀

    Rispondi
  2. admin1962 Autore articolo

    Ha ha ha … 😀 già lo sapevo avendo letto la tua bellissima recensione prima di pubblicare il mio post.
    Come ho già avuto modo di dire non importa che i pareri coincidano o meno, anzi, a volte prendo spunto per cercare di vedere le cose anche da altri punti di vista. Adoro condividere e ascoltare argomentazioni valide, se poi sono scritte con uno stile fresco ed impeccabile come il tuo allora è perfetto! 😉
    E’ sempre un piacere ed un onore averti a bordo Lap! 🙂

    Rispondi

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...