THE GRANDMASTER

THE_GRANDMASTERTITOLO: THE GRANDMASTER

GENERE: ARTI MARZIALI, BIOGRAFICO, DRAMMATICO

RATING:  * * * +

TRAMA:

Cina 1936: a Foshan vive Ip Man un grande maestro di Kung Fu, molto stimato e rispettato da tutti per la sua gentilezza e bravura nel Wing Chun, un arte marziale del sud della Cina.

La sua strada si incrocerà con  quella di un altro grande maestro, Gong Baosen, un uomo buono e saggio che hainsegnato a sua figlia Gong Er lo stile letale dei 64 palmi, nonché detentore e custode dei segreti degli stili del nord, in particolare quelli del Pa Kua e Xing Yi.

Il nord-est del paese è sconvolto dalla guerra con il Giappone ed i paesi della Cina del sud sono ad un passo dalla secessione da quelli della Cina del nord. Il grande Maestro Gong è in viaggio verso  Foshan avendo scelto il famoso bordello The Golden Pavilion, dove si radunano i migliori guerrieri di arti marziali del paese, per la propria cerimonia di pensionamento in seguito alla quale dovrà scegliere il suo successore.

Il nome dell’uomo cui affidare il grande e delicato incarico è unanimemente indicato nel maestro Ip Man che accetterà umilmente la sfida.

Sarà l’inizio di un’avventura fatta di amori, tradimenti, vendette, duelli ed onore, che durerà una vita …

(Regia: Wong  Kar Wai – anno 2013)

COMMENTO:

Kung Fu e poesia, filosofia ed estetica, etica e movimento, eleganti come una danza in una atmosfera rarefatta da sogno. Finalmente un’opera che riesce a coniugare arti marziali e cinema di altissimo livello, regalando al pubblico un vero capolavoro!

L’intero film è una galleria d’arte i cui quadri alle pareti sono i singoli fotogrammi. Ogni inquadratura è un raffinato gioiello, un inno all’estetica pura, un ritratto perfetto ed emozionante che conferma la cura maniacale della cultura cinese per i dettagli.

La fotografia è superba e Wong  Kar Wai è un vero maestro nell’utilizzarla in tutte le sue potenzialità espressive: il rallenty, il controluce, la nitidezza enfatizzata dall’alta definizione e da un fuoco perfetto contrapposta alla poesia delle sfocature volute e ricercate.

Tutto il film è permeato dalla poetica zen che mette in risalto la grande bellezza che esiste in ogni cosa, anche la più piccola ed apparentemente insignificante … la punta di un pennello, del fumo che sale verso l’alto, il taglio dei tetti contro il cielo … regalandogli dei primissimi piani di rara poesia!

Spettacolari e suggestive le immagini ed il movimento al rallentatore sotto la pioggia battente, dove l’eleganza e l’armonia artistica è sempre preponderante rispetto agli elementi tecnici del combattimento.

Commovente e pulita la bellezza di Song Hye-kyo nei panni di Zhang Yongcheng, la dolce moglie di Ip Man, che conferisce al suo volto una luce speciale.

Impressionante la disciplina ed il controllo che esercitava il codice del Kung Fu non solo nel combattimento, ma negli stessi pensieri e comportamenti quotidiani, fino a diventare un vero e proprio modo di vivere e vedere il mondo, ispirando azioni e traendo insegnamenti; una filosofia di vita cui un artista marziale dedicava l’intera esistenza; un rigore morale, una coerenza che speso veniva pagata a caro prezzo, come testimonia la drammatica storia della figlia del maestro Gong.

Anche in The Grandmaster ritorna un tema molto caro alla cultura cinese, quello dell’amore mai agito o consumato ma sublimato in sentimento impalpabile ed intenso, la cui forza è accresciuta  proprio perché incontaminato dalla carnalità. Ma Wong  Kar Wai riesce a rappresentare questa dinamica con una dolcezza malinconica e raffinata mai raggiunta prima, e una sfida di Kung Fu diventa una danza di corteggiamento tra innamorati, un incrociarsi di sguardi e sfioramenti che sono pari ad una lettera d’amore scritta da un poeta!

Unico neo il contenuto dei dialoghi: massime pronunciate con tono solenne da grandi verità ma dal pensiero spesso ordinario se non banale.

Annunci

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...