L’UOMO D’ACCIAIO

L_UOMO_D_ACCIAIOTITOLO: L’UOMO D’ACCIAIO

GENERE: SUPEREROI

TRAMA:

Il pianeta Kripton è ormai alla fine dei suoi giorni. Lo sfruttamento intensivo dell’energia del suo nucleo ne ha compromesso la stabilità. Durante gli ultimi drammatici momenti, segnati anche da un colpo di stato del generale Zod, Jor-El, il più grande scienziato e luminare di Krypton, decide insieme alla moglie Lara di mettere in salvo suo figlio Kal-El e con lui l’intero codice genetico degli abitanti del pianeta; il salvataggio viene affidato ad una sofisticatissima capsula spaziale che come un’arca lo condurrà sul pianeta Terra.

Una volta atterrato su quel lontano pianeta del Sistema Solare, il piccolo Kal sarà accolto e adottato dai coniugi Kent che lo cresceranno con amore ed affetto come loro figlio.

Sotto la saggia guida paterna Kal, alias Clark Kent, crescerà come un normale bambino terrestre nonostante sia lui che la famiglia si rendano presto conto dei suoi strabilianti superpoteri.

Ormai adulto Clark decide di partire alla ricerca di risposte alle sue cruciali domande: Chi sono? Perché sono diverso? Da dove vengo? Chi sono i miei veri genitori?

Durante il suo vagabondare Clark si imbatterà nella scoperta di una immensa astronave sepolta tra ghiacci vecchi milioni di anni. Al suo interno troverà le tanto agognate risposte sulla sua identità e destino …

(Regia: Zack  Snyder – anno 2013)

RATING:  * * * *

COMMENTO:

Non solo la più bella storia dei film sui supereroi sino ad oggi realizzata ma anche la trasposizione cinematografica più fedele al fumetto originale!

Dimenticate tutte le rappresentazioni cinematografiche o televisive di superman viste finora, al confronto sono soltanto dei tentativi penosi e ridicoli.

Perfetti e realistici gli effetti speciali, ottimo l’impianto teorico che conferisce al film piena dignità fantascientifica. Completa ed esaustiva la narrazione della storia di superman, dagli eventi che hanno segnato il pianeta Kripton prima della nascita di superman alla sua crescita sul pianeta terra come comune terrestre.

La co-sceneggiatura di Christopher  Nolan, il mitico autore del Cavaliere Oscuro, si sente eccome!

Preparatevi ad uscire dalla sala cinematografica provati e stanchi perché il film è talmente coinvolgente ed avvincente che volerete a velocità supersoniche, attraverserete micidiali raggi gravitazionali, ingaggerete dei titanici combattimenti corpo a corpo insieme a superman: salvare la terra è spossante!

Interessanti i messaggi ideologici nascosti nella storia di superman come la necessità dell’accoglienza del diverso e della pacifica convivenza fra razze differenti, contrapposta al rigido autoritarismo del generale Zod e al controllo dei destini attraverso la predestinazione genetica; Kal-El (alias superman) è infatti il primo bambino di Kripton nato naturalmente al di fuori della programmazione genetica il che gli apre il mondo delle possibilità, tra le quali anche quella di essere un uomo migliore di quello invece prestabilito da altri.

In ultimo un gossip: devo confessare che ho tentennato sino all’ultimo prima di dare al film un rating di quattro stelle; non riuscivo a sopportare che un attimo prima di indossare il costume di superman, Clark Kent avesse la barba sfatta ed una diversa pettinatura, mentre un attimo dopo averlo indossato appariva perfettamente rasato, la riga da una parte e una acconciatura tenuta insieme dalla lacca per capelli … (che prima di indossare il costume Clark si pettini e si rada di nascosto? A noi umani non è dato sapere, eh eh!).

La cosa mi faceva protendere per un rating inferiore ma poi ho desistito perché ho capito che nemmeno superman può esimersi dal rispettare l’immagine che i suoi creatori, Jerry Siegel e Joe Shuster nel 1938, hanno ideato per lui!

Fatevene una ragione, il mondo ha bisogno di eroi e salvatori, e gli unici ormai capaci di farci sognare ancora sono quelli dei fumetti!

Annunci

4 pensieri su “L’UOMO D’ACCIAIO

  1. Gian Carlo

    Sconcertato all’uscita dalla sala: entrato con la convinzione di assistere all’ennesima pellicola su Superman, sono rimasto folgorato da una pellicola semplicemente inaspettata e coinvolgente. C’è tanto di tutto e la recensione di Alessandro è particolarmente azzeccata. Potente, immaginifico, cartografico, astonishing in alcune sequenze, gorgogliante di effetti come una pentola a pressione a pieno regime, gli occhi si bevono tutto lo spettacolo inghiottendo anche qualche incongruenza ma ci sta, eccome se ci sta. 10!

    Rispondi
  2. Marco Piras

    Non mi è dispiaciuto (ed è già tanto dato che Superman non mi gusta come personaggio) ma ammetto di aver dovuto sospendere di parecchio l’incredulità per passare sopra alle incongruenze della trama! Circa la medaglia di miglior film supereroistico però Il cavaliere oscuro e Watchmen per me sono superiori, soprattutto in termini di intreccio e sottotesti! 🙂

    Rispondi
  3. lapinsu

    Mi ero perso questa tua rece, mannaggia a me!!!!!!!
    Mi fa piacere scoprire che su questo film siamo TOTALMENTE d’accordo. Filmone vero, che solo i pidocchiosi criticoni non sanno riconoscere. Quando si vede questo genere di film in generale e quelli di Superman in particolare bisogna avere la capacità di tornare bambini, altrimenti non si riesce a capirli e ad apprezzarli.
    Qui trovi la mia rece, semmai te la fossi persa: http://lapinsu.wordpress.com/2013/11/04/man-of-steel-luomo-dacciaio/

    Da allora l’ho rivisto diverse volte e il giudizio positivo è addirittura migliorato. Al netto di alcuni difetti di sceneggiatura (prima parte un po’ troppo lenta) e di altri difetti narrativi (la storia della barba che sottolinei ma anche i troppi riferimenti cristologici e l’eccessività facilità con cui Lois scopre l’astronave di superman) il film cresce di visione in visione, segno che è ben fatto e sempre nuovi spunti di riflessione da offrire.

    Attendiamo pazienti il prossimo capitolo, sperando che l’Affleck Pipistrellato non ci faccia rimpiangere il buon Bale 😀

    Rispondi

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...