IL GRANDE GATSBY

IL_GRANDE_GATSBYTITOLO: IL GRANDE GATSBY

GENERE: DRAMMATICO

TRAMA:

Nick Carraway, giovane aspirante scrittore, arriva a New York negli anni ’20. All’inseguimento del suo personale sogno americano, Nick abbandona gli iniziali propositi da scrittore per dedicarsi alla finanza della tumultuosa Wall Steet, ma ben presto si trova coinvolto dalle  sgargianti  feste del suo ricco e misterioso vicino di casa Jay Gatsby che lo catapulteranno nei giri più sfarzosi e licenziosi dei miliardari americani.

Feste sfavillanti e caotiche in stile Holliwood party, jazz, fiumi di alcol, orge e festini gaudenti che coinvolgono politica, finanza, malavita e mondo dello spettacolo.

Lentamente Nick si renderà conto di essere testimone di un mondo effimero e decadente.

(Regia: Baz  Luhrmann – anno 2013)

RATING:  * *  +

COMMENTO:

Ben quarto remake del celeberrimo film ispirato al romanzo dell’americano Francis Scott  Fitzgerald, questa volta ad opera di Baz  Luhrmann; il risultato è un grandioso romanzo rosa, elaborato ma vuoto.

Ricche scenografie, ottima gestione coreografica delle comparse, suggestiva fotografia che crea le atmosfere di una mondana New York anni ’20, interessantissimo restyling musicale di Craig  Armstrong.

Grande come sempre Leonardo Di Caprio nei panni del misterioso Gatsby.

Ottimo lo stile narrativo affidato alle parole e riflessioni di Nick che accompagnano lo spettatore per tutto il film, rappresentando la storia con un’enfasi ed una grandezza superba ma priva di contenuti.

La magia narrativa crea l’illusione che ci si trovi di fronte chissà a quale importante racconto, ma già alcuni minuti dopo il termine del film ci si rende conto che in realtà era tutto molto banale ed effimero: vicende e dissolutezze di ricche famiglie americane, un amore tormentato per una donna psicolabile, e molto sfarzo.

Alla luce del costo di questo film il risultato è veramente deludente e al termine della proiezione la sala si svuota in un imbarazzante silenzio.

Volendo proprio raschiare il fondo del barile alla ricerca di contenuti forse potremmo arrivare alla seguente considerazione: è il sogno che rende speciali le cose anche quando le cose in se non hanno niente di speciale; ciò che vediamo negli altri spesso è solo il riflesso delle nostre aspettative!

Annunci

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...