A SIMPLE LIFE

A_simple_lifeTITOLO: A SIMPLE LIFE

GENERE: DRAMMATICO

TRAMA:

Ah Tao è la domestica della famiglia Leung da quattro generazioni.

La sua è una storia triste, quella di una bambina di dieci anni che fu mandata dalla madre a servizio di una famiglia abbiente dopo la morte del padre durante l’occupazione Giapponese.

La storia di una donna che sin dall’infanzia ha posto la propria vita al servizio degli altri annulando la propria.

La cosa che la rende ancora più poetica e toccante è che non è nata dalla fantasia di uno scrittore ma è una storia vera.

Oggi Ah Tao è al servizio di Roger, uno dei tanti figli della famiglia Leung da lei creciuti, che fa l’attore cinematografico tra Hong Kong e gli Stati Uniti.

Ma, ormai settantenne, le forze iniziano a mancare sino a quando …

(Regia: Ann Hui – anno 2011)

RATING: * * *

COMMENTO:

La storia inizia in sordina, come il sentimento di Roger.

Ogni gesto di Ah Tao pare dovuto e scontato, in forza di un contratto che la manda in giro per i mercati a cercare il cibo migliore o il pesce più fresco, a fare il bucato, a pulire e tenere in ordine la casa, a far giungere in mano di Roger il suo piatto preferito non appena questi tende la mano nell’aria senza neanche guardarla in faccia.

Ma pian piano, impercettibilmente, sotto gli occhi dello spettatore quell’amore silenzioso compie il miracolo e il rapporto tra i due muta, si trasforma lentamente, sino ad assomigliare sempre di più a quello tra un figlio e sua madre!

E’ il tepore impercettibile di una maglia di lana in una fredda notte d’inverno di cui senti la mancanza solo quando non ce l’hai.

E’ il sapore nuovo di un pasto che ti sfama.

E’ il misterioso profumo di pulito e primavera di una camicia che tu non riuscirai mai ad ottenere.

Sono quegli occhi che ti guardano e seguono siano a quando giri l’angolo e scompari alla loro vista ma non alla loro presenza, invisibile e rassicurante.

E’ l’amore fatto di piccoli gesti quotidiani, senza clamore, senza visibilità.

E’ l’amore delle persone invisibili che portano un po’ di sollievo nel deserto delle nostre dure esistenze; quello che ha fatto si che il padrone rimboccasse i calzini alla serva, quello di fronte al quale non puoi che inchinarti pieno di gratitudine!

Annunci

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...