DREAM HOUSE

dream_houseTITOLO: DREAM HOUSE 

GENERE: THRILLER

TRAMA:

Will Atenton fa l’editore in un prestigioso ufficio, ma sente che è arrivato il momento di mollare per potersi dedicare finalmente alla famiglia. Così lui e la moglie Libby investono tutti i loro soldi per acquistare una grande casa in campagna da godersi assieme alle loro due bellissime bambine Dee Dee e Trish.
Ma non passa molto tempo che strane voci iniziano a circolare e strane cose ad accadere. Will decide allora di indagare e fa una scoperta agghiacciante: cinque anni prima quella casa è stata teatro di una atroce tragedia familiare; tutta la famiglia è stata uccisa ed il principale sospettato era il capofamiglia!
(Regia: Jim Sheridan – anno 2012) 

RATING:  *

COMMENTO:

Una volgare scopiazzatura di una miriade di film, al limite del plagio!
I più spudoratamente saccheggiati sono: Ghost (vedi persino il fantasma che aiuta l’eroe nella lotta finale col cattivone responsabile di aver distrutto la felicità della coppia), Shutter Island (nel gioco di ambiguità su chi sia il folle e chi il sano), The Others (la splendida storia che usa magistralmente la relatività del punto di vista, dove i morti credono di essere vivi ed i vivi sono i loro fantasmi), Shining (nell’idea della famigliola felice che si trasferisce in una casa, teatro di un feroce massacro passato, all’interno di un livido paesaggio invernale).
Per non parlare della inverosimiglianza dell’errore su cui poggia tutta la storia: ma i numeri civici non esistono negli Stati Uniti?
A questo punto una precisazione è d’obbligo:
se non avessi visto tutti i film sopra citati, probabilmente lo schema della follia del protagonista che non si rende conto della realtà o il tema dell’amore dopo la morte avrebbe potuto funzionare (unico motivo per cui ho concesso una stellina di rating anziché lo zero assoluto); ma se si accettasse un simile compromesso probabilmente si decreterebbe la fine della creatività e del cinema stesso, poiché sarebbe sufficiente scopiazzare di qua e di là dai film esistenti a scapito dell’originalità dell’opera, per cui ….. bocciato!

Annunci

Dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...